Ecco cosa significa fare personal branding

Personal branding la parola del nuovo millennio. Che tu sia in azienda, un professionista o un’aspirante blogger avrai sicuramente fatto un corso, letto un articolo o addirittura ricevuto una proposta per fare personal branding. Tutto molto figo, ma cosa significa personal branding?

Mi risponderai: “facile! Fare personal branding significa vendere il proprio brand”. Anche no. In questo articolo ti spiego, senza peli sulla lingua, il vero significato di self branding e perché ti serve se sei un imprenditore.

 

Cosa significa fare personal branding e perché ti serve?

 

La parola Brand sappiamo tutti a cosa fa riferimento; stiamo parlando di un marchio, di un’immagine riconoscibile e associabile ad una determinata azienda ma anche partito/associazione e perché no squadra di calcio. Abbiamo quindi capito che un’immagine “parla” e ci racconta i valori e  la filosofia di un’impresa.

Fare self branding significa fare di noi stessi un marchio. Un marchio, un brand, unico, identificabile diverso dagli altri; talmente diverso e riconoscibile che emerge su altri milioni di persone. Detta così pare un’impresa ardua, quasi impossibile. Lo può diventare se tu non sai niente, se non sei nessuno ed il tuo unico scopo è vedere aria fritta tramite la tua immagine.

Cambia prospettiva: vendere i tuoi servizi è fare personal branding

Se sei un professionista (avvocato, commercialista, medico, coach, cuoco etc) sei un esperto di un determinato settore. Ora devi chiederti cosa ti distingue dai tuoi competitor, dagli altri professionisti che, come te, praticano la tua stessa professione. Quali sono gli elementi per cui il tuo cliente resta soddisfatto e torna da te?

Questi skills che sono un mix tra competenze, carattere e passione fa di te un professionista che può emergere nel suo settore e che pertanto deve fare personal branding.

Perché ti serve? Il personal branding non è altro che una comunicazione mirata, su diversi social e blog aziendale, per far emergere la tua professionalità e la tua unicità nello svolgere la tua attività.

Su Wikipedia trovi la seguente definizione di personal branding:  “il personal branding può essere definito come “la capacità di promuovere se stessi, al fine di essere gradito o comunque appetibile nei confronti di una comunità di consociati, con modalità simili a quanto avviene in campo economico, con i prodotti commerciali

Attenzione! Il personal branding va oltre al concetto di “modalità promozionale” il personal branding serve per farsi un nome, una carriera o affermare ad un pubblico più ampio chi sei e qual è la tua professione.

Cosa e come si fa personal branding?

Una volta individuata la tua mission, i tuoi obiettivi i tuoi elementi distintivi che ti rendono completamente riconoscibile e diverso da tutti gli altri e giungo il momento di mettersi a lavorare! Ecco come si fa personal branding:

  • Identificazione dei canali comunicativi: si sto parlando dei social network ma non solo. Esserci ovunque non serve a niente; occorre capire quale sia il social più adatto alla tua comunicazione ed occorre fare una strategia on e off, ovvero anche fuori dal web;
  • Creazione di un piano editoriale di promozione: se non sai cos’è un piano editoriale ti invito a guardare il mio video (link al video). Occorre avere ben chiaro chi siamo ma anche cosa vogliamo comunicare e dobbiamo farlo, sui diversi canali, in maniera omogenea se pur differente per canale. Questo implica conoscere le piattaforme che decidiamo di usare (Youtube, Facebook, il blog etc). Non si limita alla mera scrittura SEO e di posizionarsi ma di creare una strategia comunicativa più ampia, un vestito che è solo tuo.
  • Auto promozione: chi ti dice il contrario vuole solo vendere. Nessuno meglio del professionista stesso è in grado di fare self branding, un consulente ti può aiutare a formarti, a farti conoscere i canali comunicativi ed imbastire una strategia comunicativa ma poi sta a te portarla avanti e farla evolvere con i tuoi successi e le nuove avventure.

Cosa posso fare io per il tuo personal branding?

Come appena spiegato, non sono una di quelle che ti rende dipendente da me e che ti crea solo confusione e quell’ansia che “no non posso lasciare l’agenzia o il consulente, hanno fatto un ottimo lavoro da solo non sarei in grado”.

Io voglio farti capire qual è il tuo potenziale, individuare insieme a te i tuoi skills e mettere le basi per un piano di self branding cucito su di te, le tue passioni e la tua professione.

Una formazione mirata, un aiuto concreto solo per farti brillare come meriti e trovare nuovi clienti, nuovi partner ma soprattutto per avere un’immagine di qualità che puoi spendere in ogni dove e che puoi alimentare da solo nel corso degli anni.

Quando si tratta di blogger, può sembrare ancora più difficile perché molti pensano che i blogger non facciano niente e che professioni lontane dal digitale non possano essere dei punti di forza. Ed è qui che ti sbagli. Io ti aiuto a trovare il tuo fulcro, la tua ragion d’essere e, della tua vita, ti assicuro non butteremo via niente, inciampi compresi. Mai sentito parlare di filosofia Ikigai è il metodo che utilizzo nel mio corso per diventare un blogger professionista. Ti ho incuriosito?Leggi il mio articolo su cos’è l’ikigai e come monetizzare le proprie passioni.

 

Dubbi, domande e chiarimenti? Scrivimi, rispondo sempre!

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *