Chi cerca come fare una strategia di comunicazione si presume sappia cosa significa avere un piano di comunicazione digitale. Da mia esperienza diretta con clienti non sempre è così scontato. Se sei una microimpresa, un piccolo business o freelance questo articolo è tutto per te.

Come fare una strategia di comunicazione efficace per il tuo business?

Se sei tra quelli che non comprendono fin in fondo cosa significhi definire un piano di comunicazione digitale ti invito a leggere il mio precedente articolo, clicca qui.

Ecco cosa imparerai da questo articolo:

  1. digitale il nuovo scenario per il tuo business
  2. strategia di comunicazione gli elementi da definire
  3. come fare una strategia di comunicazione: le parole chiavi

 

Digitale il nuovo scenario per il tuo business

Senza tanti giri di parola, il nuovo scenario economico vede sempre di più un cliente sempre più attento e capace di farsi un’opinione prima di acquistare un prodotto e servizio. Essendo le nostre vite sature di prodotti ed i nostri soldini scarsi gli elementi chiave sono: qualità e personalizzazione. In una parola: experience.

Non si vedono più prodotti e servizi ma esperienze. Il tuo scopo dovrà essere quello di acquisire la fiducia del tuo cliente e ciò non passa più da cataloghi cartacei, pubblicità su magazine me coinvolgendo direttamene il tuo cliente condividendo esperienze e valori comuni.

La vendita diretta la puoi fare anche offline ma il tuo cliente è online che è attivo e parla di te, chiede di te e condivide le sue idee e opinioni.

Il sistema digitale è il luogo dove avviene il processo di scelta. Online una persona compara, raccoglie informazioni, si forma un’opinione e solo dopo andrà ad acquistare in negozio (o direttamente online) e ti assicuro che avrà le idee molto chiare su prodotto, prezzo e competitor. Il digitale non è una landa per pochi e staccata dal tuo business, anzi! La comunicazione digitale è il tuo strumento per parlare al tuo cliente.

Strategia di comunicazione efficace: cosa ti serve concretamente?

A) FISSA I TUOI OBIETTIVI:  la strategia digitale è uno strumento ma senza aver chiaro a cosa ti serve non funziona. Possibili obiettivi? Aumentare l’autority (notorietà positiva del brand/azienda/te stessa); aumentare il traffico verso il tuo sito, il tuo store onilne; far conoscere progetti legati al tuo business; avere un legame diretto e continuativo con il tuo cliente.

B) FISSA L’IDENTIKIT  (target): definiti gli obiettivi, devi aver ben chiaro a chi ti stai rivolgendo. Immagina il tuo cliente ideale in negozio: dati anagrafici? Interessi? Ma ancora più importante quali sono i suoi bisogni, i suoi problemi dove tu lo aiuti? E che stile di vita ha? Solo così puoi presumere (la certezza non la possiede neanche “il signor Google” ) quando è collegato, quando ha più interesse a leggere, farsi coinvolgere ma soprattutto comprare.

Esempio pratico: se il tuo cliente è un insegnante direi che la fascia orari del mattino in cui è a lezione non sia un buon momento in cui cercare di interagire con lui, salvo che non sia estate a scuola finita.

Esempio Identikit di un mio cliente
Giovanna, 35, Bologna, sposata con figli, libera professionista, reddito elevato. Ha uno stile di vita medio-alto, con una spesa di qualità effettuata sia in negozi tradizionali sia online. Non ama la ressa da centro commerciale, si fa portare la spesa a casa ma è disposta a spostarsi per un evento/workshop di interesse. Non ama perdere tempo ed è molto attenta all’organizzazione familiare e lavorativa. Ama cucinare, bere ottimo vino e relazioni di un certo livello.
Esercizio:
Secondo te, Giovanna di cosa ha bisogno? Quali possono essere i suoi problemi da risolvere? E tu dove ti collochi? Il fatto che sia una mamma per te è rilevante? Che Giovanna sia un professionista a partita iva?

Fissare l’identikit del tuo cliente significa identificare il tuo target di pubblico a cui parlare (blog, social e non solo) ma, ancor prima, significa definire il tuo posizionamento. Il posizionamento è fondamentale e lo si definisce ancor prima di mettersi online.

C) ANALIZZA IL TUO MERCATO: attenzione! Non il mercato globale, il tuo mercato. Non sei Amazon, sei una microimpresa, un professionista, un freelance sappiamo quanto sia difficile trovare un equilibrio tra tempo e denaro.

Se hai ben chiari i tuoi obiettivi ed il tuo posizionamento sai perfettamente chi sono i tuoi competitor. Studiali, spiali in maniera positiva. Analizza ciò che ti piace, ciò che non ti piace, capisci perché dei tuoi “mi piace” e “non mi piace” e poi ragiona sempre secondo il tuo cliente tipo. Sii sicuro di te ma non saccente, potresti scoprire che tu offri un servizio pazzesco ma che è il target è sbagliato o il tuo modo di porti agli altri necessita di essere smussato (l’ego è una gran figata se lo sai gestire se no rischi solo di dimenticarti del tuo cliente).

Come fare una strategia di comunicazione: le parole chiavi

Keywords, parole chiavi, tutti coloro che si ritrovano a fare un piano di comunicazione vanno in ansia al solo sentire nominare certi concetti. Si pensa sempre che chissà dove le vado a cercare le parole chiavi giuste. E qui, scusate la franchezza, mi arrabbio molto con i “social media guru” che fanno di tutto per rendere difficili le cose ovvie.
Parole chiavi non sono altro che le parole, i bisogni che il tuo cliente cerca e per cui tu vorresti essere trovati su Google e quindi, necessariamente, sono parte integrante del tuo business.

Le tue parole chiave sono queste:

  • nome del brand/azienda e nel caso di professionisti e freelance nome e cognome;
  • nome dei prodotti e servizi;
  • bisogni da soddisfare (imparare a cucinare, pelle secche, combattere l’ansia etc).

Non dimenticare che le parole chiave sono le ricerche organiche che fa il vostro potenziale cliente su Google.

Concludendo? Cosa voglio dirti?

Ricapitolando: Obiettivi, Posizionamento e parole chiave. Ora sei finalmente in grado di fare un piano di comunicazione.

No! Non sono qui a dirti apri una pagina Facebook o apri un blog perché il social più idoneo lo si può identificare solo dopo aver ben chiaro quanto detto fin qui.  Lo so, niente pappetta pronta, e così ti sembra che non ti abbia insegnato niente, ma così non è.

Piccola dritta: guardati bene da quelli che vi dicono “che c’è vuole!” e ti invitano esclusivamente a tenere aggiornati i profili social ed il vostro sito. Perché? Se non ho chiaro a cosa mi servono questi strumenti e a chi voglio parlare come posso pensare che funzioni?

No! Non funziona neanche se investi ogni giorno denaro in campagne marketing. Neanche se questi soldi li dai ai cialtroni del marketing. Finisce solo che il tuo business viene visto ma che non arriva ai tuoi clienti e, cosa ancor più rilevante, alla fine dei giochi ti verrà da dire: cosa me ne faccio di questa visibilità, internet non serve a niente!
#cambiaprospettiva se invece ti fidi di me e definisci una strategia e la porti avanti con costanza ti assicuro che investendo il giusto del tuo tempo e denaro otterrai i risultati sperati.