Se sei un freelance o una PMI è sempre più difficile comprendere quando qualcuno ti spiega perché è utile andare online ed utilizzare i social network. Sul perché occorre fare un saltino e pensare digitale te l’ho spiegato in un precedente articolo. Oggi voglio condividere con te il significato di comunicazione digitale e regalarti un glossario, un dizionario, con i termini più usati dai “social media coso”.

Dizionario del digital marketing e ti spiego cos’è la comunicazione digitale

La comunicazione digitale è l’insieme di tutte le attività (visive, audiovisive, testuali etc) che vengono condivise attraverso un sistema di tecnologia digitale ovvero tramite le applicazioni (social network, e-mail, forum etc) i siti web/blog, piattaforme etc. La comunicazione digitale è molto importante perché permette a chiunque, anche un piccolo imprenditore o freelance, di poter veicolare, comunicare, il proprio business ad un target ben specifico questo perché i contenuti prodotti e condivisi digitalmente sono altamente personalizzabili.

Il bello della comunicazione digitale che ha obiettivi diversi e può arrivare ad una vastità di pubblico molto eterogeneo ma al contempo (aspetto importantissimo) in linea (in target) con il nostro business e lo può fare davvero chiunque, basta uno smartphone!

La definizione di marketing, da libro universitario di economia e commercio, è: “quel processo che, a partire da una serie di obiettivi aziendali di medio-lungo termine e attraverso una fase preliminare di diagnosi della domanda e della concorrenza, arriva ad individuare i bisogni e le esigenze degli attuali e dei potenziali clienti e a stabilire le azioni più opportune per soddisfarli, con reciproco vantaggio per i clienti e per l’impresa”. Che tradotto significa che il marketing è l’insieme di azioni atte a rendere il prodotto idoneo (appetibile) al mercato. Negli anni il marketing è cambiato notevolmente; in un primo momento le imprese “piazzavano un prodotto” al consumatore poi hanno cominciato a “creare un bisogno”, siamo sinceri abbiamo tutta questa necessità di bere coca cola? Ed oggi?

Oggi si parla di digital marketing che, nel caso vostro specifico di PMI e freelance, è la definizione di una strategia di comunicazione avente l’obiettivo di acquisire nuovi clienti e fornire servizi migliori a quelli attuali, ampliando e rafforzando le relazioni.  Il segreto per una buona comunicazione digitale e azioni di digital marketing è la connessione, la relazione ed il rapporto di fiducia che instaurate con i vostri clienti e per fare questo serve avere ben chiaro chi siamo e a chi vendiamo; infatti strettamente legata alla comunicazione digitale è un’efficace strategia di personal branding (soprattutto per i freelance, artigiani e imprenditori).

Glossario del digital marketing

Cominciamo dunque dalle basi: COSA CI OCCORRE PER FARE DIGITAL MARKETING?

  • Digital device: ovvero uno strumento che ci permette di navigare e usare le app, in altri termini: un PC, uno smartphone o un tablet (ATTENZIONE: non si può fare tutto con un cellulare!);
  • Digital platform: sono le piattaforme digitali ovvero i luoghi non fisici dove noi condividiamo i nostri contenuti di comunicazione. I più noti sono i social network (Facebook, youtube e instagram) ma ci sono anche i siti, i blog, i forum, i portfolio e tantissimi altri strumenti;
  • Digital media: che fanno parte dei media, quindi è facilmente capibile che si tratta di canali pubblicitari di aziende, testate giornalistiche dove possiamo fare pubblicità a pagamento (advertising o Ads o ADV) per far conoscere il nostro business;
  • Digital Data: sono tutti i dati (analytics di google, statistiche di interazione/visualizzazione dei social network o di newsletter e altro) che ci aiutano a capire a chi stiamo comunicando e se lo stiamo facendo bene. La parte di raccolta dati e misurazione è quella che spesso viene dimenticata. Qui entra in gioco la Privacy, ovvero il rispetto delle normative sulla data protection, e in particolare il GDPR .

Quanto sopra, spiegato in maniera semplice, è un processo di digital marketing. Vediamo ora invece la TERMINOLOGIA DIGITALE, tutte quelle parole sentite e usate dai “social media coso” e di cui non capiamo niente!

  • Conversion (conversione): è un aspetto molto importante, si parla di conversione quando un visitatore compie l’azione desiderata (si iscrive alla newsletter, mette un like, commenta, si registra sul mio sito etc);
  • Impression (valido soprattutto per i social network): misura il numero di volte in cui un annuncio pubblicitario è stato visualizzato dal tuo target (pubblico da te personalizzato nel fare la campagna pubblicitaria). 100 impression non equivalgono a 100 conversioni; in altri termini: non tutti quelli che vedono la tua pubblicità arrivano a fare ciò che desideri (per esempio iscriversi alla newsletter);
  • Keyword (parola chiave): indica una parola specifica o una frase che il tuo pubblico (la tua audience, il tuo target) utilizza per cercare sui motori di ricerca. Ecco perché è molto importante sapere quali sono le keyword del tuo business ed aiutare il tuo pubblico (i tuoi clienti) a trovarti;
  • Traffico organico (valido per i siti e blog): è il traffico generato organicamente, ovvero mediante navigazione degli utenti su internet mediante motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo etc) e che confluisce sul tuo sito e blog. Il traffico organico è quello che ci piace di più perché, come tutte le cose naturali, ci fa bene. Non spendiamo in pubblicità e significa che rispondiamo ad un bisogno di qualcuno. Pensaci bene se un utente cerca qualcosa su Google e ti trova vuol dire che sei utile! (poi se non ti trova serve lavorare per farsi trovare);
  • Paid Search (Traffico a pagamento): indica quando un’azienda/imprenditore acquista inserzioni a pagamento collegate alla ricerca di determinate keyword sui motori di ricerca. Queste inserzioni appaiono separate dal resto dei risultati sui motori di ricerca (facci caso in alto su Google ci sono gli annunci a pagamento). Il termine indica quante visite hai ottenuto dall’utilizzo di campagne pubblicitarie;
  • SEO (acronimo di Search Engine Optimization), uno dei termini fondamentali del glossario del marketing digitale. Indica il modo in cui un’azienda ottimizza il proprio sito web per posizionarsi più in alto possibili su una pagina di ricerca (SERP) al fine di ottenere maggior visibilità. Chiunque ha un sito o un blog sogna di essere il primo risultato della pagina di Google!;
  • SEM (acronimo di Search Engine Marketing) è un’altra strategia attraverso cui le aziende/imprenditori ottengono il posizionamento sui motori di ricerca attraverso inserzioni a pagamento. Come vi dicevo prima se guardate su Google in altro appaiono le aziende che stanno pagando annunci quella parte si chiama appunto SEM.
  • SERP (acronimo di Search Engine Results Page), indica la lista di risultati mostrata da un motore di ricerca dopo una specifica ricerca. Dop che avete cercato qualcosa Google, in fondo, vi da dei suggerimenti correlati quella è la SERP.
  • META Dati: sono informazioni contenute nel codice del vostro sito e blog molto importanti per ottimizzare il sito (per la SEO) e farvi trovare più facilmente sui motori di ricerca. Esempio? Titolo, url,description.

Questi sono ovviamente solo alcuni termini e spiegati nella maniera più semplice possibile spero che ne facciate tesoro. Se avete dubbi, scrivetemi pure o seguitemi sui miei social!